Pura Follia

Una follia pura è l’impulso senza freni che spinge alla vita, a un amore che sa incendiare il mare. Lei che sorride e che sa far sorridere il mondo. Un veleno che non uccide, un fuoco che pur bruciando non ti consuma. Finalmente lei, la donna, la passione, il sacro e il profano. Il peccato senza la vergogna. Lei che sparirà domani per rincorrere le sue certezze. Così lui riprenderà il suo viaggio con un sapore nuovo nel cuore.

--- Testo ---

C'è del buon sangue che bolle in vena

un bicchiere di rosso e il tuo sguardo nero su di me

sorridi e sorride il mondo, prigioniero eterno del tuo profumo.

Il mio istinto mi dice di buttare tutto giù

posate piatti e incenso, su questa tavola non servono più

Il tuo sguardo cambia e sembra minacciare tempesta,

e la sento, l'avverto la vita che scoppia in me.

Ma stuzzicami la mente e poi entrami nei jeans

se è vero che c'è sempre un desiderio che trascina

e una convenienza che trattiene

questa notte la ragione la lasciamo ai fessi.

Ti prendo, mi graffi, la tua schiena è già sudata.

Io mi sento morire e sono felice.


Ti porterei tutte le sere a ballare,

ok offro io però tu guidami all'inferno

e non farti dei problemi, domani ci penseremo,

laveremo il nostro peccato nel mare.


Tu che sei e sai di donna, ti lecco le ferite,

tu che sai rendere reale il presente

carne a carne, fantasia, pura follia.

Primitivi e animali, il tuo piacere è un grido che mi spacca il cuore,

i tuoi seni il confine per il tuo amore.

E lo sentiamo, ce lo diciamo con gli sguardi 

Dove eravamo? Dietro cosa correvamo? Chi è stato capace di spegnere il fuoco?

Io ti sento morire e trema il mondo.


Ti porterei tutti i giorni all'avventura

senza mai farti avere paura

perché chi ha paura muore tutti i giorni

e c'è solo un respiro per noi.

Bruciamo l'anima ora io e te

e niente di più.